La scoperta di un nuovo gas serra, la perfluorotributilammina, che ha una vita media di 100 anni

Ritratto di Giuliano Francesco
Nell'atmosfera terrestre è stato individuato un nuovo gas serra, che prima non era mai stato considerato, e che ha un effetto circa 7100 volte più elevato del biossido di carbonio, alias anidride carbonica. Cioè a dire, una molecola di questo gas ha un effetto serra, calcolato in uno spazio temporale di 100 anni (che è la vita media di questo composto), pari a circa 7100 molecole di biossido di carbonio. Il suo nome chimico è “perfluorotributilammina”, indicato con PFTBA. Esso è stato recentemente scoperto dagli scienziati del Dipartimento di Chimica all'Università di Toronto, in Canada.
In parole povere, i gas serra sono quei gas che captano i raggi infrarossi riflessi dalla superficie terrestre generando il surriscaldamento atmosferico. (si rimanda ai precedenti articoli già pubblicati http://www.buongiornolatina.it/linquinamento-termico-delle-citta-e-i-suoi-effetti-sul-clima/ ; http://www.buongiornolatina.it/inquinamento-termico-urbano-citta-isole-di-calore/ ; http://www.buongiornolatina.it/linquinamento-termico-delle-citta-e-lo-smog-fotochimico/http://www.buongiornolatina.it/linquinamento-termico-delle-citta-le-deposizioni-acide-e-i-relativi-effetti/ ). I raggi infrarossi sono i raggi emessi dai corpi caldi come, ad esempio, i termosifoni accesi o il corpo umano o un forno.
“Il PFTBA non esiste in natura, è stato impiegato dalla metà del Ventesimo secolo per diverse applicazioni, tra cui la costruzione di dispositivi elettrici, ed è ancora oggi utilizzato in diversi liquidi impiegati a livello industriale per testare le apparecchiature elettroniche”. Attualmente, dicono gli scienziati, "non sono noti processi capaci di rimuovere o distruggere il Pftba nella bassa atmosfera e per questo ha un tempo di permanenza davvero alto, nell'ordine delle centinaia di anni".
"La perfluorotributilammina - dice Cora Young, che insieme ad Angela Hong e a Scott Mabury, ha fatto questa scoperta - rimane nell'atmosfera davvero a lungo, e ha un'efficienza radioattiva molto elevata": quest'ultimo parametro rende la molecola un gas serra molto efficiente, e quindi più pericoloso per l'atmosfera. "A causa di queste sue caratteristiche, ha un potenziale impatto sul riscaldamento globale molto alto. (da http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/clima/2013/12/11/Nuovo-gas-serra-7-mila-volte-piu-potente-CO2_9760472.html)
Francesco Giuliano