La Gastroenterologia e i suoi progressi dibattuti in un interessante Seminario presieduto dal prof. Giovanni Gasbarrini.

Ritratto di Giuliano Francesco
A Brufa di Torgiano (Perugia), presso “BORGOBRUFA”, sabato 20 Settembre 2014,  si è tenuto un interessantissimo Seminario di Gastroenterologia sulla “POSSIBILITÀ DI STUDIO  DELLE MALATTIE INTESTINALI  E DELLA LORO TERAPIA ALLA LUCE DELLE CONOSCENZE SUL MICROBIOTA INTESTINALE”, presieduto dal prof. Giovanni Gasbarrini (nella foto sotto) sotto la responsabilità scientifica del dott. Vittorio Giuliano (nella foto a destra), al fine di dare un valido contributo alla salute dei malati e migliorarne la qualità della vita.
Oltre un centinaio di medici hanno ascoltato con interesse le relazioni di autorevoli medici specialisti gastroenterologi, esperti dediti, sia in campo clinico che in quello della ricerca scientifica, allo studio del microbiota intestinale, ovvero allo studio del patrimonio batterico, virale e fungino contenuto nel lume intestinale.
I progressi realizzati, a tutt’oggi, sono dovuti alle tecniche non invasive, come i “breath test” o test del respiro (con cui si diagnosticano le intolleranze alimentari o l’Helicobacter pylori) e l’ecografia, a quelle semi-invasive come l’endoscopia, la  videocapsula, che consiste nel far deglutire dal paziente una piccola telecamera dalla grandezza di una compressa, e l’indagine radiologica mediante TAC e RMN. Hanno relazionato esaurientemente con chiarezza espositiva, Giovanni Gasbarrini, professore di Medicina interna e Presidente della Federazione Ricerca in Medicina, Onlus, su “Le principali funzioni dell’Intestino tenue e i sintomi correlati alle sue disfunzioni Acute e Croniche” e su “Allergie e Intolleranze Alimentari”,  Antonio Gasbarrini, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna e Gastroeneterologia del Policlinico Gemelli di Roma, su “Il Microbiota Intestinale”, Veronica Ojetti, Dirigente Medico in Medicina d’Urgenza e Professore a contratto in Gastroenterologia, Policlinico Gemelli di Roma, su “Breath Test”, Vittorio Giuliano, Dirigente Medico di I livello presso la Struttura Complessa di Gastroenterologia, Azienda Ospedaliera di Perugia, su “Il Ruolo della Ecografia intestinale nel Work up diagnostico della dispepsia”, Pasquale Gallo, Dirigente Medico, Area Medica e delle Specialità Mediche, Disciplina di Gastroenterologia, AUSL Umbria 1, su “Il ruolo delle tecniche endoscopiche”, Maria Lucia Cavalletti, Medico di Medicina Generale ASL 2, Perugia,su “Il ruolo del MMG nel work up diagnostico del Pz con sintomatologia addominale”. I lavori, infine, sono stati arricchiti dalla dimostrazione pratica dei “Breath test” e dell’ecografia intestinale.
Un plauso va, dunque, a tutti questi medici che con la loro passione e con un costante e progressivo studio di indagine, basato su una corretta metodologia scientifica cercano viepiù di offrire ai malati la soluzione dei loro problemi di salute.
Francesco Giuliano